Direttore tecnico impianti rifiuti

Il corso, aggiornato con il DM 26 luglio 2022 e col DPCM 27 agosto 2021 si rivolge ai direttori e gestori di impianti rifiuti o a chi lo vuole diventare, fornendo idonei strumenti tecnici, pratici e normativi.
DURATA: 28 ore

Scegli edizione:

6 maggio 2024 Videoconferenza

Informazioni corso:

Destinatari

  • Ingegneri
  • Direttori e gestori di impianti rifiuti
  • Responsabili ambientali e HSE Manager di aziende private e pubbliche
  • Operatori nel settore ambientale

Obiettivi didattici

Il corso si pone inoltre l’obiettivo di identificare in modo puntuale competenze, responsabilità e possibili sanzioni relative a tale figura professionale attraverso un iter formativo che si sviluppa dal punto di vista sia normativo che pratico.

Analisi fabbisogno formativo

Il direttore tecnico impianti rifiuti deve essere “opportunamente formato”: così prevede la Circ. Min. 1121 del 2019 (Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi). E’ per questo motivo che è stato progettato questo corso da TuttoAmbiente - la cui formazione è certificata – il primo creato “su misura” proprio per questa importante figura professionale. Ma come si distingue dal Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti? Quali responsabilità e deleghe ha nei confronti del legale rappresentante?
Il Direttore Tecnico della gestione di impianti – infatti - deve essere un soggetto in grado di gestire i differenti flussi di rifiuti in entrata in uscita, una corretta gestione dell’impianto, sia dal punto di vista normativo che di conduzione quotidiana; le sue attività comportano anche relative responsabilità. Talvolta, nella stessa persona si sovrappongono piu’ figure: Direttore Tecnico impianto, responsabile ADR, Responsabile Tecnico per il trasporto Albo gestori, gestore di stabilimento autotrasporto.
 

Contenuto del corso

Sono previsti specifici moduli formativi che analizzano la tematica dell’identificazione, classificazione e trasporto dei rifiuti. Vengono poi analizzate le tipologie di autorizzazione previste dal D.Lgs. 152/06 ed infine viene affrontata la tematica della gestione tecnica di un impianto di trattamento rifiuti.
L’ultima giornata di corso è interamente dedicata alla progettazione di un impianto di trattamento dei rifiuti in cui i partecipanti sono chiamati
a stendere un progetto su traccia predeterminata e a discuterne prima in gruppi di lavoro e poi di fronte all’intera classe virtuale.
 

Verifica finale dell'apprendimento

Sono previste delle verifiche finali dell'apprendimento dopo alcuni moduli.

Metodologie didattiche

La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.

Docente del corso

Andrea Baldisseri
Responsabile servizio VIA, rifiuti e bonifiche Provincia di Vicenza.
 

Marco Casadei
Componente del Comitato dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali, Segretario Sezione Regionale del Veneto.
 

Andrea Da Lio
Responsabile Ufficio Ambiente delle Camere di Commercio del Veneto.
 

Stefano Maglia
Già Docente universitario di “Diritto ambientale”, Presidente ASS.IEA (Associazione Italiana Esperti Ambientali), Fondatore e Presidente di
TuttoAmbiente S.p.A.
 

Ruggero Rigoni
Laureato in ingegneria chimica, consulente e progettista di impianti di gestione rifiuti.
 

Attestati

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Documentazione rilasciata

Slide e dispense esclusive preparate dai docenti
Volumi editi da Edizioni TuttoAmbiente in versione e-book:
“Il Codice dei Rifiuti” (Ed. 2020)
“Gestione dei Rifiuti dalla A alla Z” e-book (Ed. 2019)
Testo Unico Ambientale vigente versione PDF

Certificazione AIAS Cert

AIASCERT, Organismo di Certificazione Accreditato da ACCREDIA, certifica le competenze delle figure professionali secondo processi e schemi conformi alla norma UNI 17024. Il corso può essere valido per aggiornamento e o formazione specifica ai fini della certificazione secondo alcuni schemi. Clicca qui qui per visualizzare tutti gli schemi disponibili.
Per maggiori informazioni contatta la segreteria AIASCERT alla mail svalenza@networkaias.it