DPI: omessa formazione, inidoneità, cattivo stato di manutenzione. Il punto di vista della Cassazione

Il corso ha l’obiettivo di affrontare, attraverso il punto di vista della Cassazione, l’omessa formazione, l’inidoneità, la mancata manutenzione dei dispositivi di protezione individuale e la relativa responsabilità in merito all’inadempimento di questi obblighi.
DURATA: 4 ore

Scegli edizione:

10 luglio 2024 Videoconferenza

Informazioni corso:

Destinatari

Il corso è rivolto a ASPP/RSPP, CSP/CSE, Dirigenti, Datori di lavoro.

Obiettivi didattici

Al termine del corso, i partecipanti saranno in grado di comprendere l’importanza di una corretta scelta del dispositivo di protezione individuale e di una corretta manutenzione.

Attraverso l’analisi delle sentenze della Corte di Cassazione, si coglieranno le responsabilità conseguenti all’inidoneità dei dispositivi di protezione individuale.

Analisi fabbisogno formativo

Il corso ha l’obiettivo di affrontare, attraverso il punto di vista della Cassazione, l’omessa formazione, l’inidoneità, la mancata manutenzione dei dispositivi di protezione individuale e la relativa responsabilità in merito all’inadempimento di questi obblighi.

Cosa succede se l’operatore non è stato formato o addestrato al corretto utilizzo dei DPI? Chi deve vigilare in merito al corretto utilizzo dei DPI? Chi deve provvedere alla manutenzione dei DPI?

La Cassazione chiarisce questi principi, fornendo opportune precisazioni in merito al contenuto del documento di valutazione del rischio ed alla specifica sorveglianza che deve mettere in atto l’organizzazione aziendale.

Contenuto del corso

  • La definizione e la progettazione dei Dispositivi di Protezione Individuale
  • La scelta dei dispositivi di protezione individuale
  • Informazione, formazione e addestramento
  • La consegna, l’utilizzo e la vigilanza
  • Il punto di vista della Cassazione in merito al cattivo stato di manutenzione e all’inidoneità dei Dpi
  • L’orientamento della Cassazione e le relative responsabilità

Verifica finale dell'apprendimento

E' prevista la verifica finale dell'apprendimento.

Metodologie didattiche

La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.

Docente del corso

AVV. GIOVANNA ROSA

Avvocato con esperienza pluriennale come formatore e consulente legale in ambito sicurezza sul lavoro per imprese italiane e multinazionali. Consulente per la redazione del Modello di gestione ai sensi del D.Lgs 231/01 e componente di Organismi Di Vigilanza per multinazionali e associazioni di categoria. Autrice di volumi inerenti a casi reali di infortunio e curatrice di una rubrica dedicata alla normativa sulla sicurezza sul lavoro.

Attestati

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Documentazione rilasciata

Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso.

Certificazione AIAS Cert

AIASCERT, Organismo di Certificazione Accreditato da ACCREDIA, certifica le competenze delle figure professionali secondo processi e schemi conformi alla norma UNI 17024. Il corso può essere valido per aggiornamento e o formazione specifica ai fini della certificazione secondo alcuni schemi. Clicca qui qui per visualizzare tutti gli schemi disponibili.
Per maggiori informazioni contatta la segreteria AIASCERT alla mail svalenza@networkaias.it