Gestione del rischio espositivo da formaldeide negli ambienti di lavoro

DURATA: 8 ore
formaldeide
Al momento non sono programmate edizioni per questo corso. Richiedi informazioni per restare aggiornato sulla pubblicazione di edizioni future.

Informazioni corso:

Crediti formativi

N. 8 aggiornamento RSPP/ASPP, RLS, Formatori, CSP/CSE, Dirigenti, Preposti, Lavoratori

N. 8 ore valide per il Percorso Formativo HSE Manager Area Tecnica in Materia di Salute Occupazionale

Destinatari

Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, ASPP, RSPP, RLS, Lavoratori nei processi interessati, Consulenti del lavoro, Consulenti d’Impresa, rappresentanti degli Organi di Vigilanza, Rappresentanti sindacali, Responsabili dell’immissione in commercio di prodotti chimici e materiali.

Obiettivi didattici

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

• Individuare gli ambiti di lavoro con presenza di formaldeide

 

• Conoscere gli obblighi di legge applicabili in vari ambiti

• Individuare gli adempimenti necessari per i vari ruoli

• Rilevare i determinanti di esposizione e la significatività del rischio

• Caratterizzare l’entità del rischio verso la salute

• Determinare le misure utili a ridurre il rischio

• Pianificare un protocollo gestionale, in coordinamento con gli altri soggetti della prevenzione

Analisi fabbisogno formativo

La formaldeide, composto estesamente utilizzato in diversi ambiti di lavoro, dal 1° gennaio 2016 è classificata ufficialmente come cancerogena in Unione Europea. Se dunque prima considerare la formaldeide cancerogena era una scelta di chi effettuava la valutazione del rischio - attenendosi al noto principio di fare riferimento a fonti autorevoli e non solo alla classificazione UE -, ora è necessario aggiornare le procedure di gestione del rischio. Sono da considerare anche le ricadute in ambito di classificazione di miscele e degli obblighi imposti dal regolamento REACh per gli articoli.

Un recente documento della Regione Lombardia definisce le Linee Guide di intervento per la rilevazione del rischio espositivo, la sua valutazione e gestione.

Il corso può essere utile per rispondere alle necessità di:

 

• essere aggiornati sulla recente evoluzione normativa e sugli obblighi disposti

• considerare i nuovi orientamenti tecnici degli Organi di Vigilanza

• saper rispondere alle richieste, esistenti e nuove, dei clienti

• analizzare il contesto legislativo a supporto delle aziende che lavorano in ambiente internazionale

Contenuto del corso

• Rischio formaldeide: inquadramento storico-normativo

• Proprietà e utilizzi caratteristici

• Proprietà pericolose alla luce delle nuove evidenze scientifiche emerse

• Settori e attività lavorative coinvolti dall’uso di formaldeide

• Significatività dell’esposizione e valori-limite

• Analisi delle linee guida della Regione Lombardia

• Modalità di campionamento e valutazione

• Gestione del rischio

• Esempi pratici nei vari ambiti di lavoro

Verifica finale dell'apprendimento

E' prevista la verifica finale dell'apprendimento

Metodologie didattiche

La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.

Docente del corso

Dott.ssa Giuseppina Paolantonio

Opera dal 1995 come consulente tecnico e legislativo in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e gestione ambientale, attività alla quale ha affiancato dal 2000 quella di docente.

Assiste enti pubblici ed aziende nei percorsi di valutazione e gestione dei rischi occupazionali; collabora con organismi paritetici, studi di consulenza, società di formazione. Ha partecipato dal 2001 al 2003 al progetto OCCAM – OCcupational CAncer Monitoring – per l’individuazione dei fattori professionali di rischio cancerogeno e per la stesura di linee guida finalizzate alla prevenzione, svolto nell’ambito dei programmi di ricerca ISPESL presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano – Divisione di Epidemiologia.

Interviene in qualità di esperta con approfondimenti tecnico-legislativi su “ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro” Wolters Kluwer, “I Corsi” IPSOA, sul portale “Sistema Ambiente e Sicurezza” e sul portale 3M; è autrice del volume “Guida alla valutazione del rischio chimico” edito nel 2003 da Il Sole 24 Ore e coautrice di “TU Sicurezza del lavoro: la riforma 2009” edito nel 2009 da Wolters Kluwer. È curatrice della sezione “Agenti chimici” all’interno della banca dati Tutto Sicurezza e Ambiente Wolters Kluwer, e della banca dati Sostanze pericolose Wolters Kluwer.

 

Attestati

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Documentazione rilasciata

Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso

Certificazione AIAS Cert

AIASCERT, Organismo di Certificazione Accreditato da ACCREDIA, certifica le competenze delle figure professionali secondo processi e schemi conformi alla norma UNI 17024. Il corso può essere valido per aggiornamento e o formazione specifica ai fini della certificazione secondo alcuni schemi. Clicca qui qui per visualizzare tutti gli schemi disponibili.
Per maggiori informazioni contatta la segreteria AIASCERT alla mail svalenza@networkaias.it