Il trasporto intermodale terra-mare di merci pericolose (ADR 2023/IMDG 41-2022)

Il corso (base) ha lo scopo di fornire tutti gli elementi alla base di una corretta gestione delle fasi relative al trasporto intermodale terra-mare di merci pericolose. Gli obiettivi sono la formazione e la consapevolezza degli operatori nella pianificazione ed esecuzione delle attività previste dalla normativa ADR 2023 in vigore dal 1 luglio 2023 e IMDG 41-22 in vigore in Italia dal 1 gennaio 2024.
DURATA: 8 ore

Scegli edizione:

11 luglio 2024 Videoconferenza

Informazioni corso:

Destinatari

Il corso è rivolto a ASPP/RSPP, Dirigenti, Preposti, Formatori, Coordinatori di cantiere, Datori di lavoro, Ingegneri, Architetti, Geometri, Periti Industriali e a tutte le figure lavorative che si occupano di Qualità Ambiente e Sicurezza

Obiettivi didattici

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

  • individuare correttamente le procedure e le modalità operative per la gestione di merce pericolosa
  • saper classificare correttamente una merce pericolosa
  • Conoscere le prescrizioni e l’omologa degli imballaggi
  • Saper confezionare e segnalare correttamente un collo di merce pericolosa
  • Conoscere i casi di esenzione
  • Verificare e compilare correttamente un DDT
  • Conoscere le procedure di Security della norma A.D.R. ed IMDG
  • Saper gestire le piccole emergenze in magazzino e le fasi di carico di un veicolo

Analisi fabbisogno formativo

Il corso (base) ha lo scopo di fornire tutti gli elementi alla base di una corretta gestione delle fasi relative al trasporto intermodale terra-mare di merci pericolose.

Gli obiettivi sono la formazione e la consapevolezza degli operatori nella pianificazione ed esecuzione delle attività previste dalla normativa ADR 2023 in vigore dal 1 luglio 2023 e IMDG 41-22 in vigore in Italia dal 1 gennaio 2024.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuto del corso

  • Presentazione del tutor ed indicazioni sull’attività della giornata di lavoro
  • Presentazione del corso da parte del docente con gli obiettivi da raggiungere
  • Le Un Model Regulations dell’ONU

ADR – trasporto stradale

  • L’ADR nel nostro ordinamento giuridico
  • Modalità di trasporto  (colli – cisterna – rinfusa) e i problemi del trasporto intermodale
  • Figure professionali coinvolte nel processo di spedizione
  • Livelli di responsabilità̀ degli addetti
  • Classificazione merci e rifiuti pericolosi
  • Classi di pericolo e gruppo di imballaggio
  • Integrità e correttezza degli imballaggi omologati utilizzati
  • Prescrizioni ed omologa degli imballaggi
  • Esenzione parziale per unità di trasporto (cap. 1.1.3.6)
  • Esenzione totale per quantità limitate (cap. 3.4)
  • Esenzione totale per quantità esenti (cap. 3.5)
  • Le disposizioni speciali - funzioni
  • La segnalazione dei colli: Differenze tra etichettatura e marcatura
  • Compilazione corretta di un D.D.T.   
  • Il veicolo: segnalazioni e attrezzature
  • Il carico: i problemi e le regole da seguire
  • Nomina Consulente ADR

IMDG 41-22 – trasporto marittimo

  • L’IMDG nel nostro ordinamento giuridico
  • Figure professionali coinvolte nel processo di spedizione
  • Livelli di responsabilità̀ degli addetti
  • Classificazione merci pericolose
  • Esenzione totale per quantità limitate (cap. 3.4)
  • Esenzione totale per quantità esenti (cap. 3.5)
  • Le disposizioni speciali
  • Tipologie di trasporto previste dalla normativa IMDG (Colli - CTU – Rinfusa)
  • La segnalazione dei colli: Differenze tra etichettatura e marcatura
  • Compilazione corretta di una Multimodal marittima 
  • Il carico del container: i problemi e le regole da seguire – il CTU CODE
  • La segnalazione del container
  • La segregazione marittima.

 

  • Domande
  • Test finale di verifica dell’apprendimento
  • Questionario di gradimento del corso (Customer Satisfaction)
  • Chiusura corso e considerazioni finali sugli obiettivi raggiunti

Verifica finale dell'apprendimento

E' prevista la verifica finale dell'apprendimento

Metodologie didattiche

La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.

Docente del corso

Enrico Cappella. Classe 1963, studi giuridici, nato lavorativamente nel mondo dei trasporti, ha iniziato nel 2003 ad occuparsi di merci e rifiuti speciali pericolosi con particolare riferimento al loro trasporto in tutte le modalità (ADR-RID-ADN-IMDG-IATA) e alla gestione del pericolo in azienda.

Esperienza ultraventennale come Consulente ADR, Waste manager, CLP e schede di sicurezza. È titolare dal 2013 di DGSA consulenze, società specializzata nella consulenza aziendale, che offre i propri servizi ad aziende chimiche, ospedali, aziende di trasporti, produttori di rifiuti speciali e qualunque altra azienda interessata alla gestione delle merci e dei rifiuti pericolosi. E’ autore di articoli tecnici sulla rivista “ambiente&sicurezza sul lavoro” edita da EPC editore – Roma. Socio AES (Associazione Esperti Sicurezza).

Attestati

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Documentazione rilasciata

Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso.

Certificazione AIAS Cert

AIASCERT, Organismo di Certificazione Accreditato da ACCREDIA, certifica le competenze delle figure professionali secondo processi e schemi conformi alla norma UNI 17024. Il corso può essere valido per aggiornamento e o formazione specifica ai fini della certificazione secondo alcuni schemi. Clicca qui qui per visualizzare tutti gli schemi disponibili.
Per maggiori informazioni contatta la segreteria AIASCERT alla mail svalenza@networkaias.it