Qualità delle acque destinate al consumo umano

Qualità delle acque destinate al consumo umano: aspetti innovativi introdotti dal D.Lgs. 23/02/2023 n.18
DURATA: 1 ore

Scegli edizione:

11 marzo 2024 Videoconferenza

Informazioni corso:

Destinatari

Il corso è rivolto a ASPP/RSPP, Dirigenti, Preposti, Formatori, Coordinatori di cantiere, Datori di lavoro, Ingegneri, Architetti, Geometri, Periti Industriali e a tutte le figure lavorative che si occupano di Qualità Ambiente e Sicurezza.

Obiettivi didattici

Con il presente webinar si intende affrontare le principali ricadute derivanti dalla trasposizione della Direttiva (UE) 2020/2184 nell’ordinamento italiano.

Analisi fabbisogno formativo

La nuova Direttiva (UE) 2020/2184 sulla qualità delle acque destinate al consumo umano ha introdotto un approccio olistico alla sicurezza dell’acqua basato sull’uso di nuovi modelli di analisi e di gestione dei rischi di contaminazione estesi dal ciclo naturale dell’acqua al ciclo idrico integrato. Il sistema di controlli esistente è stato modificato attraverso l’adozione di un criterio preventivo incentrato sull’analisi dettagliata delle situazioni di potenziale pericolo che potrebbero verificarsi lungo l’intera filiera idrica.

L’implementazione in Italia del nuovo approccio mediante l’attuazione del D.lgs. 18/2023, recepimento nazionale della suddetta Direttiva europea, garantirà un progressivo miglioramento del modello di governance assicurando la condivisione di modelli strutturati (piani di gestione della sicurezza dell’acqua) ed un maggior scambio di informazioni tra le autorità pubbliche competenti e i fornitori di acqua potabile.

Contenuto del corso

  • Il Decreto legislativo 18/2023: attuazione della direttiva (UE) 2020/2184 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano
  • I nuovi parametri chimici e microbiologici
  • Linee Guida italiane sui Piani di Sicurezza dell’Acqua
  • Linee Guida italiane per la valutazione e gestione del rischio per la sicurezza dell’acqua nei sistemi prioritari e non prioritari
  • Controlli e monitoraggi nella visione del Decreto legislativo 18/2023
  • Test finale di verifica dell’apprendimento
  • Questionario di gradimento del webinar (Customer Satisfaction)

Verifica finale dell'apprendimento

E' prevista la verifica finale dell'apprendimento.

Metodologie didattiche

La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.

Docente del corso

Dott. Enrico Veschetti, Ph.D.

Lavora come Primo Ricercatore presso il Centro Nazionale Sicurezza delle Acque (CeNSiA) dell’Istituto Superiore di Sanità. A decorrere dal 15/12/2023 è Direttore dell’Area funzionale “Rischio chimico” del suddetto centro.

Ha conseguito una laurea quinquennale in Chimica nel 1991 presso l’Università di Roma “La Sapienza” e un dottorato di ricerca in Biochimica e chimica applicate nel 2008 presso l’Università del Molise.

Dal 1984 si occupa dei rischi sanitari associati all’accesso all’acqua e alla qualità di questa in relazione all’origine delle risorse idriche, alle loro interazioni con le componenti climatiche, ambientali e antropiche, all’igiene dei processi, trattamenti, impianti e materiali a contatto con le acque, agli usi e riusi delle acque, alle relazioni e agli impatti del ciclo idrico integrato sul ciclo naturale dell’acqua e alle diverse vie di esposizione, dirette e indirette, per l’uomo ad agenti patogeni e a parametri chimici e fisici associabili all’acqua, inclusa la balneazione e il wellness, l’utilizzo dell’acqua nelle filiere agro-zootecniche e alimentari, la sicurezza d’uso delle acque termali e minerali naturali. Partecipa, anche in qualità di rappresentante governativo italiano, ai lavori di commissioni e gruppi nazionali ed internazionali per l’aggiornamento e l’implementazione della regolamentazione nei settori sopra elencati.

E’ coautore di 170 lavori scientifici e di 115 risposte a quesiti tecnico-scientifici, normativi e/o analitici inoltrati dal Parlamento, dalla Magistratura, dal Ministero della Salute, dal Ministero dell’Ambiente, dalle Autorità Sanitarie locali o dai gestori acquedotttistici.

Attestati

Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del webinar e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.

Documentazione rilasciata

Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso.

Certificazione AIAS Cert

AIASCERT, Organismo di Certificazione Accreditato da ACCREDIA, certifica le competenze delle figure professionali secondo processi e schemi conformi alla norma UNI 17024. Il corso può essere valido per aggiornamento e o formazione specifica ai fini della certificazione secondo alcuni schemi. Clicca qui qui per visualizzare tutti gli schemi disponibili.
Per maggiori informazioni contatta la segreteria AIASCERT alla mail svalenza@networkaias.it